SVOLTA NELLE INDAGINI SULLA MORTE DELLA DONNA ROMENA

SVOLTA NELLE INDAGINI SULLA MORTE DELLA DONNA ROMENA

Pubblicato da Redazione Antenna 2 il giorno 28-04-2018   17:46:37
Glass Banne lungo

Svolta nelle indagini sulla morte della donna romena. L'autopsia esclude l'omicidio della 46enne. Ma accerta che Violeta Blindescu sia deceduta per un'embolia polmonare, morte avvenuta per cause naturali. La 46enne fu trovata senza vita due giorni fa in un appartamento di Carsoli, senza vita su un letto in una stanza al secondo piano dell'abitazione. L'autopsia 'scagiona' dunque il compagno Dan Gabinat, 46enne romeno, inizialmente indagato e condotto nel carcere di Avezzano, con l'accusa di omicidio.
Alla luce di questi risultati, la Procura di Avezzano ha disposto l'immediata scarcerazione dell'uomo.
All'interno gli investigatori avevano trovato una scena di grande degrado e i medici del 118 avevano rilevato apparenti tracce di violenza su tutto il corpo della vittima e proprio per questo i sospetti si erano concentrati sul compagno della donna.
L'esame autoptico condotto da Cristian D’Ovidio, però,  ha ribaltato l'intera vicenda.
Il magistrato comunque non ha escluso eventuali maltrattamenti dell'uomo sulla donna in passato, ma la morte non è stata causata da un atto violento. L'uomo comunque resta indagato. Le indagini dei carabinieri andranno avanti per stabilire una ricostruzione piu chiara su quanto accaduto. Si attendono l'esito degli esami tossicologici e le analisi sulle tracce di sangue scoperte sul cuscino sulle lenzuola.
A condurre l'indagine il Pubblico ministero Maurizio Maria Cerrato.