ROTTAMAZIONE DELLE CARTELLE ESATTORIALI SOSPESE DOPO IL SISMA 2009

ROTTAMAZIONE DELLE CARTELLE ESATTORIALI SOSPESE DOPO IL SISMA 2009

Pubblicato da Redazione Antenna 2 il giorno 28-04-2018   17:45:41
Glass Banne lungo

 L'Agenzia delle Entrate ha autorizzato la cosiddetta rottamazione anche alle cartelle esattoriali sospese dopo il sisma dell'Aquila del 2009. I termini per presentare le domande riferite alle tasse non pagate dal 2001 al 2017, scadono il prossimo 15 maggio.
Si tratta dei tributi sospesi dopo il sisma che l'erario ha maturato prima del sisma per il quale cittadini e aziende hanno ricevuto cartelle esattoriali sospese in seguito al terremoto del 6 aprile del 2009.
"Il decreto, prevede la possibilità di aderire alla definizione agevolata anche per le cartelle di pagamento sospese in seguito al tragico terremoto dell’Aquila del 2009. La domanda - si legge nella nota di Agenzia delle entrate-Riscossione - va presentata entro il prossimo 15 maggio, termine ultimo per aderire alla cosiddetta rottamazione dei debiti affidati alla riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 settembre 2017. Il provvedimento consente ai contribuenti di pagare l’importo residuo delle somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora. Per le multe stradali, invece, non si pagheranno gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge. Per le cartelle di pagamento sospese in conseguenza degli eventi sismici che hanno colpito nell’anno 2009 la regione Abruzzo, la richiesta di definizione agevolata non fa venir meno l’eventuale possibilità, per coloro che ne avessero diritto, di usufruire delle agevolazioni.
Tutti i contribuenti che hanno carichi sospesi per le ragioni appena citate, potranno quindi, nei prossimi giorni, presentare la domanda  di definizione del debito all’Agente della riscossione.