PRESENTATA AD AVEZZANO LA CAMPAGNA LOTTA ABBANDONO RIFIUTI

PRESENTATA AD AVEZZANO LA CAMPAGNA LOTTA ABBANDONO RIFIUTI

Pubblicato da Redazione Antenna 2 il giorno 11-05-2018   18:57:35
Glass Banne lungo

AVEZZANO - È stata presentata questa mattina, nella sala consiliare del Comune di Avezzano  la nuova campagna "Lotta Abbandono Rifiuti" elaborata da  AmbeCó Avezzano  per la  Tekneko . L'assessore  Crescenzo Presutti, alla presenza di alcuni assessori e consiglieri comunali, ha illustrato agli studenti della classe II” “G” della scuola media Corradini, accompagnati dalla professoressa Luisa Di Domenico, i nuovi manifesti che saranno affissi in città che denunciano il degrado provocato da chi getta senza scrupoli i rifiuti in Natura . Le immagini sono state scattate ed elaborate da giovani grafici del posto che hanno realizzato una vera e propria campagna di denuncia oltre che di sensibilizzazione al tema dell'Ambiente. Importante è stata la presenza dell'amministratore della Tekneko Umberto Di Carlo che, nel suo intervento, ha evidenziato importanti aspetti della raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani che molti, per aspetti diversi, ignorano da sempre. Non tutto, infatti, ha detto, è così scontato e devono essere tenuti, nella giusta considerazione, gli aspetti positivi e negativi che portano alla distruzione dei rifiuti. Un esempio su tutti è rappresentato dai termovalorizzatori che devono essere monitorati di continuo in quanto potrebbero emettere sostanze dannose nell'aria oltre i limiti consentiti dalla legge. L'ideale sarebbe non produrli. Ma tutti sappiamo che è quasi impossibile. Tra i dati resi noti, qualli più interessanti sono riferiti alla quantità dei rifiuti abbandonati. Secondo la Tekneko. Solo nel mese di ottobre sono stati raccolti ben 48.840 chilogrammi, valore maggiore in quanto si èintervenuti anche su vere e proprie discariche abusive. Dal Novembre 2017 all'aprile 2018, invece, il valore è molto simile e varia dai 13.340 chilogrammi del novembre 2017 ai 13.480 del mese scorso. L'incontro si è concluso con la frase di : "Io sono me più il mio Ambiente e se non preservo quest'ultimo non preservo me stesso".